Termocoperte: cura e manutenzione

Le coperte termiche e gli scaldasonno prodotte oggigiorno possono essere lavate in tutta sicurezza, sia in lavatrice che in asciugatrice.
È importante però osservare alcuni accorgimenti: in primo luogo lavarle una volta appena acquistare, scegliendo un ciclo di lavaggio breve per capi delicati a temperatura bassa.

Prima del lavaggio consultiamo il manuale tecnico fornitoci e leggiamo i consigli del produttore.
Quasi sempre la casa madre ci suggerisce di mettere in ammollo la termocoperta per 10-15 minuti in acqua fredda, lavarla con un ciclo delicato ed infine risciacquarla. E’ consigliata, in alcuni casi, anche una centrifuga a basso numero di giri.

Manutenzione delle termocoperta: come procediamo

Innanzittutto scolleghiamo l’alimentazione dalla corrente prima di lavare la termocoperta o il nostro scaldasonno.
Il cavo di controllo non deve per nessun motivo entrare a contatto  con l’acqua. Dopodichè svolgiamo i saeguenti passaggi:

  • Verifichiamo, prima di eseguire il lavaggio, che tutti gli elementi riscaldanti siano posizionati correttamente.
  • Se il punto di connessione tra la coperta e il cavo di controllo dovesse essere danneggiato in qualche modo, non utilizziamola più.
  • Se possiediamo una coperta termica di vecchia generazione munita di un cavo di controllo non removibile, non laviamola per nessun motivo in lavatrice.
    In alternativa, procediamo con un lavaggio a mano, evitando di immergere nell’acqua l’alimentazione.
  • Eseguiamo un ciclo breve specifici per i capi delicati. Quasi tutte le coperte termiche di recente fattura possono essere lavate in lavatrice.
    Tuttavia, la maggior parte dei produttori non consiglia un lavaggio completo. 
  • Utilizziamo, se necessario, per un detersivo delicato in moderato quantitativo. Non utilizziamo assolutamente altri detergenti chimici o prodotti aggressivi come, ad esempio, la candeggina.
  • A questo punto risciacquiamo la coperta e proseguiamo con una rapida centrifuga (può bastare anche un ciclo solamente).

 

Termocoperte: il lavaggio a mano

Tieni conto che le coperte termiche moderne sono concepite per essere lavate in lavatrice. Tuttavia, nel caso di modelli più vecchi, che non danno la possibilità di scorporare il cavo dal tessuro, possiamo ricorrere al vecchio caro lavaggio a mano, facendo attenzione ad agitare il meno possibile gli elementi riscaldanti contenuti all’interno della termocoperta.

Se intendiamo dunque lavare a mano la termocoperta, immergiamola in un catino pieno di acqua fredda e detersivo neutro. Facciamo attenzione ad immergere il tessuto e non i cavi elettrici!
A questo punto lasciamo la termocoperta in ammollo per un quarto d’ora circa, dopodichè la strizziamo per rimuovere l’acqua saponata. Infine risciacquiamo con altra acqua fredda prima procedere all’asciugatura.

N.B. Facciamo attenzione al momento dello “strizzaggio“ a non danneggiare i cavi interni che, come detto, nel caso dei vecchi modelli non sono scorporabili.

 

 

admin