La manutenzione della vostra affettatrice

L’affettatrice è uno di quegli apparecchi casalinghi davvero immancabili nelle nostre cucine.
Dato che la sua superficie di taglio, per forza di cose, è a stretto contatto con le pietanze, è importante non solo una manutenzione periodica, ma anche una pulizia accurata a seguito di ogni utilizzo.
Dalle operazioni di ordinaria pulizia alla manutenzione periodica, eccovi illustrati alcuni consigli per far durare a lungo  la vostra affettatrice e assicurarvi un’eccellente affettatura dei vostri salumi.

Alcune considerazioni prima della pulizia

Pulire l’affettatrice è essenziale per mantenere intatta nel tempo la qualità del taglio e garantire una lunga vita alla vostra macchina.
Tuttavia, per massimizzare questi aspetti, le buone pratiche iniziano già dal momento della scelta dell’affettatrice. Quando acquistiamo un’affettatrice, dobbiamo avere cura di verificare sempre:

  • Utilizzo di materiali antiruggine: pulire un’affettatrice serve a poco se le componenti sono arrugginite o corrose.
    La ruggine e le parti abrase favoriscono infatti l’accumulo di incrostazioni e il proliferare di batteri, inficiando la fluidità del meccanismo.
    Per evitare l’insorgere di questi problemi, meglio scegliere un’affettatrice realizzata in acciaio inox.
  • Presenza di componenti rimovibili: questo favorisce una pulizia meticolosa di ogni componente della nostra affettatrice. Nello scegliere un’affettatrice, verifichiamo sempre che possa essere smontata per il lavaggio.
  • Le affettatrici professionali si diversificano in base ai prodotti da affettare: ciascuna è ottimizzata per il taglio di uno specifico alimento. Scegliamo dunque l’affettatrice giusta per il tipo di prodotto da affettare: anche questo è un aspetto da valutare per massimizzare la vita della nostra affettatrice.

Perchè è importante la manutenzione dell’affettatrice

Una volta acquistata la nostra affettatrice bisogna prendersene cura, cercando di mantenerla con tutte le attenzioni del caso.
Partendo, ad esempio, dalla pulizia dell’affettatrice stessa, delle sue lame e di ogni sua parte.
La prima norma da osservare è la pulizia, almeno della lama, a fine giornata. Così facendo, eviteremo che i residui di cibo rimasti all’interno dei vari componenti possano incrostarsi e compromettere il risultato del taglio.
Attenzione a svolgere le operazioni di pulizia con delicatezza e cautela, utilizzando con prodotti non abrasivi. Vediamo come fare.

Pulizia e manutenzione della vostra affettatrice

Le operazioni da effettuare per continuare ad ottenere tagli perfetti sono le seguenti:

  1. Procedere con la rimozione dal corpo macchina di tutte quelle parti che possono essere sciacquate o lavate separatamente alla macchina stessa. Sono parti come il parafette, il coprilama, il piatto portamerce.
  2. Procedere al lavaggio delle singole parti.
  3. Rimuoviamo con delicatezza, con l’aiuto di un po’ di carta da cucina, i residui di cibo grossolani.
  4. Procediamo al lavaggio del corpo macchina. Sono sufficienti un po’ di acqua contenente un detergente neutro e una spugna antigraffio.
    In alternativa chiedi un consiglio al fornitore della tua affettatrice.
  5. Risciacquiamo con cura e rimontiamo le parti lavate separatamente.
  6. Verifichiamo infine il corretto funzionamento delle parti mobili e, contestualmente, verifichiamo lo stato del filo della lama.

Per saperne di più in merito al mondo delle affettatrici ti consigliamo di consultare questo sito sulle migliori affettatrici dell’anno.

admin