Idropulsore: i segreti per un sorriso smagliante

Tutti noi desideriamo un sorriso smagliante. Di quelli che affollano i nostri televisori: denti bianchi e splendenti. Ma quali sono i segreti per ottenere questo ambito traguardo? La soluzione è una, ma non è affatto semplice: serve una corretta igiene orale. Sembra facile a dirsi, eppure non è così. Sono tanti, infatti, gli errori che commettiamo ogni giorno senza rendercene conto, apportando così danni alla salute dentale.

Uno degli articoli che va utilizzato per igienizzare il cavo orale è senza alcun dubbio l’idropulsore dentale. Dalla forma è simile allo spazzolino, ma la funzione è del tutto diversa. Con il suo getto d’acqua, questo apparecchio serve ad eliminare i residui di cibo e la placca batterica dagli spazi interdentali e dalle gengive. Va utilizzato con cautela, senza mai concentrarsi su un unico punto, per evitare sanguinamento o infiammazione delle gengive.

La corretta igiene orale

L’idropulsore non va considerato come un’alternativa dello spazzolino, né del filo interdentale. Per una corretta igiene orale le fasi da seguire sono tre: lavaggio dei denti (spazzolino e dentifricio), uso del filo interdentale ed infine idropulsore. Il serbatoio di questo apparecchio può essere caricato con acqua e collutorio in modo da ottenere una pulizia ancor più specifica. L’acqua deve essere tiepida. Al termine dell’operazione fate un risciacquo finale et voilà il gioco è fatto. Per conoscere le caratteristiche, il costo e le funzionalità dei migliori idropulsori, vi consigliamo un’attenta lettura di questa pagina.

Spazzolamento sbagliato

Ma quali sono gli errori che commettiamo più spesso? Uno di quelli più ricorrenti è il modo in cui spazzoliamo i denti. Non vanno mai spazzolati da destra verso sinistra. In realtà la direzione giusta è dal basso verso l’alto se puliamo la parte inferiore della bocca e dall’alto verso il basso se stiamo spazzolando i denti dell’arcata superiore.

Quante volte al giorno si lavano i denti?

La maggior parte delle persone lava i denti due volte al giorno: la mattina e la sera prima di rimettersi a letto. In realtà i denti andrebbero spazzolati ogni volta che mangiamo qualcosa, soprattutto se è dolce, in modo da rimuovere le tracce di zucchero.

Quanto tempo dedichi alla pulizia del cavo orale?

Bisogna dedicare oltre 5 minuti alla pulizia del cavo orale. I denti andrebbero spazzolati per almeno 2, 3 minuti. C’è chi invece lo fa in una manciata di secondi. Per avere denti puliti e bianchi dobbiamo dedicarci con attenzione alla pulizia della nostra bocca. Distoglietevi dal resto e pensate solo al vostro sorriso. Armatevi di spazzolino, filo interdentale ed idropulsore. I risultati saranno visibili a tutti.

 

 

 

admin