Asciugatrici, suggerimenti per un uso corretto

Se si vive in spazi ristretti e non si hanno giardini o balconi, una soluzione per poter asciugare la biancheria è l’acquisto di una buona asciugatrice, un elettrodomestico molto utile e sempre più diffuso sul mercato, disponibile in un’infinità di modelli con diversi rapporti qualità/prezzo, di cui si può vedere una sintesi mirata su www.asciugatricimigliori.it. Prima di acquistare un’asciugatrice è bene, però, far tesoro di alcuni suggerimenti, come la scelta della stanza o dell’ambiente dove collocarla e il potenziale risparmio energetico, per non ritrovarsi poi a dover affrontare eventuali problemi ed imprevisti che non erano stati adeguatamente considerati. Scegliere il luogo dell’asciugatrice richiede una particolare attenzione perché è una macchina che ha bisogno di aria, quindi non posizionarla mai in ambienti chiusi.

Questo perché la mancanza del necessario ricambio d’aria sottoporrebbe la lavasciuga a un concreto rischio di surriscaldamento generato dalla messa in funzione della stessa, al punto da arrivare in alcuni casi al blocco e al danneggiamento del motore. Il valore di temperatura giusto per la lavasciuga è simile a quello corporeo, intorno ai 35/36 gradi, superati i quali si potrebbero verificare i suddetti problemi. Chi è, poi, che non vorrebbe ridurre i consumi e vedersi recapitare dal postino bollette più leggere? Anche in questo caso si può ovviare scegliendo un tipo di asciugatrice economica, anche in versione ‘eco’, che rispetti l’ambiente e nello stesso tempo non produca inutili sprechi di acqua ed energia.

Un trucchetto per raggiungere questo risultato è attivare una centrifuga di almeno 1000 giri e non di meno, perché in questo modo la macchina sarà in grado di asciugare la biancheria più rapidamente. Meno tempo, meno consumi. Chiaro, no? Infine, non potevamo dimenticare il capitolo programmi. I modelli di ultima generazione ne sono tempestate, i programmi incidono sul risultato e nel trattamento dei capi, anche di quelli più delicati, impostando quelli giusti infatti si otterrà una funzionalità più mirata nella regolazione del tasso di umidità, soprattutto quando si devono preservare capi in lana o seta. Impostando, poi, l’opzione ‘pronto stiro’ si avranno camicie che usciranno già pronte per il ferro. Fra le altre funzioni, ricordiamo il ‘refresh’ che elimina i cattivi odori e ‘l’asciutto armadio’ per un’asciugatura a regola d’arte.

admin